UTILIZZO DEL SOTTOCASCO IN ALTERNIATIVA ALLE MASCHERE CHIRURGICHE. RICHIESTA MODIFICA DISPOSIZIONE

Richiesta di immediata modifica delle Linee Guida per la Gestione del Rischio Operativo Connesso all’Emergenza COVID-19 nella parte in cui viene disposto l’utilizzo del sottocasco in alternativa alle maschere chirurgiche.

Egregi,

Dalla nota informativa della SICOR per l’utilizzo dei sottocaschi per i Vigili del Fuoco, si evince chiaramente che “il DPI è adatto per proteggere le aree esposte della testa e del collo dell’utilizzatore da fiamme libere e calore”, “Inoltre il DPI non è adatto a proteggere da altri rischi diversi da quelli sopraindicati e pertanto ogni uso diverso è da considerarsi improprio”.

Alla luce di quanto appena evidenziato, non si comprende come nelle disposizioni generali di carattere tecnico sanitario delle Linee Guida per la Gestione del Rischio Operativo Connesso all’Emergenza COVID-19 allegate alla nota 5793 del 12 marzo u.s., che dovrebbero avere lo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus, si possa disporre l’utilizzo del sottocasco antifiamma quale alternativa all’utilizzo delle maschere chirurgiche, è evidente che si tratta di una disposizione fuorviante, antitetica rispetto a quello che dovrebbe essere lo scopo delle disposizioni stesse, ma soprattutto che rischia di mettere in pericolo la salute dei Vigili del Fuoco. In ragione di quanto appena evidenziato si chiede l’immediata modifica della suddetta disposizione e che sia garantita la fornitura delle dotazioni minime così come espressamente indicato e che si ricorda consistenti in:

  • Mascherine facciali tipo FFP3;
  • Guanti in nitrile, butile;
  • Guanti in lattice;
  • Tute cat. 3 tipo 3 e 4;
  • Flaconi di amuchina gel;
  • Occhiali protettivi antischizzo;
  • Maschere + filtro FP3 o similare;
  • Sacchetti per lo smaltimento dei DPI monouso e per i DPI.

03132020 richiesta modifica disposizioni utilizzo sottocasco