Accordo Fondo Amministrazione 2016

Colleghi,
“Subito i soldi nelle tasche dei Vigili del Fuoco e senza ulteriori ritardi!”, con questo preciso scopo insieme alla maggior parte delle OO.SS. abbiamo presentato una proposta unitaria che ha portato alla firma odierna dell’accordo per la ripartizione del F.A. 2016.
In sostanza, al personale turnista andranno circa 1070 euro lordi e al personale giornaliero e turnista non beneficiario dell’indennità di turno circa 820 euro lordi.
La proposta “che le risorse del Fondo di Amministrazione per l’anno 2016 venissero ripartite esclusivamente per un’integrazione dell’indennità di turno e del compenso al personale amministrativo e al personale operativo non beneficiario dell’indennità di turno per ogni giornata di effettiva presenza in servizio”, per quanto ci riguarda nasce dall’incapacità dell’Amministrazione di fornire criteri chiari ed oggettivi per individuare le cosiddette particolari responsabilità, adottando provvedimenti scellerati che escludevano ad esempio i capo partenza, i capo servizio, TLC, NBCR, cinofili, responsabili di sala operativa ecc., abbiamo inoltre ritenuto indispensabile stabilizzare le risorse necessarie nel prossimo contratto, in maniera tale da renderle fisse e continuative. Una scelta ben ponderata anche in considerazione del fatto che gli autisti non verranno ad essere comunque penalizzati.
Come ben sapete avevamo respinto con forza la precedente bozza perché, mentre per il personale operativo turnista veniva imposto il limite massimo di 133 turni, per il restante personale, non sussistendo tale limite, venivano calcolati 303 giorni all’anno, un palese errore che avrebbe determinato un ingiustificata sperequazione che, una volta corretto abbiamo ritenuto ricorressero le condizioni per firmare l’accordo.
Sempre allo scopo di riconoscere subito e senza ritardi ai Vigili del Fuoco quanto gli spetta, abbiamo chiesto che l’accordo per il FA 2016 venga esteso anche per il FA 2017 che dovrà contenere l’indicazione esatta dei risparmi di gestione del precedente fondo; abbiamo inoltre ribadito che l’Amministrazione deve farsi carico di una soluzione tecnica per prevedere la stabilizzazione di ulteriori risorse del Fondo di Amministrazione a partire dal 2018 in forma fissa e ricorrente nel primo provvedimento legislativo utile.
La semplicità dell’accordo dovrebbe consentire agli uffici preposti del MEF di fornire una risposta prima dei 60 giorni massimi previsti in modo da distribuire quanto prima le risorse economiche ai lavoratori e chiudere già a settembre l’accordo sul FA 2017.

Noi i Fatti! Gli altri solo chiacchiere!

2019.05.22 Resoconto FA 2016

2 Trackbacks / Pingbacks

  1. sbo
  2. bergara b14 22lr

I commenti sono bloccati.