UIL PA VVF Mantova. Perpetrato utilizzo Vigile Coordinatore come capo partenza

CAPI SQUADRA
CAPI SQUADRA

Più volte nel recente passato è avvenuto che nel Comando di Mantova la qualifica del Vigile del Fuoco Coordinatore in maniera programmatica venisse utilizzata in sostituzione del capo squadra, affidando pertanto allo stesso compiti giuridici non consoni alla qualifica ricoperta.
Di fatto mentre per sopperire la cronica carenza di personale qualificato altri Comandi provvedevano tramite il richiamo in regime di lavoro straordinario di personale da altri turni, nel Comando di Mantova avveniva il contrario, ovvero si provvedeva con il richiamo in servizio di personale coordinatore.
Questa OO.SS ha da sempre combattuto quanto sopra rappresentato, riuscendo a ristabilire con non poche difficoltà il corretto equilibrio delle qualifiche. Purtroppo però non possiamo sottacere nell’informare quanti in indirizzo come ultimamente stia tornando nuovamente di moda lasciare la gestione e la complessità degli interventi nonché la parte giuridica ai Vigili Coordinatori, contravvenendo oltre che a quanto disposto dall’art 4 del Dlgs 217 e successive modifiche anche ad una nota circolare a firma del Capo del Corpo n°18085 del 16/10/2020 recante aggiornamenti delle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Sars-Cov2.
La su menzionata nota circolare, nel cercare di limitare lo spostamento di personale da altre sedi al fine di contrastare nonché limitare il diffondersi dell’infezione da Covid-19, informa di ricercare eventuali sostituti tra turni diversi della stessa sede di servizio e di provvedere ad inviare personale da sedi diverse, tenendo conto della distanza tra le stesse, il tutto al fine di poter sempre garantire un adeguato soccorso tecnico urgente alla popolazione, mantenendo al contempo, un adeguato sistema di soccorso con squadre sempre pienamente operative.
Quanto sopra evidenziato ovvero “tener conto della distanza tra le sedi”, purtroppo per la sede di servizio di Castiglione delle Stiviere nell’ultimo periodo non è mai stato preso in considerazione. Al fine di fugare ogni ragionevole dubbio si allega quanto questa OO.SS ha prodotto in qualità di documenti con l’obiettivo unico di chiedere, vista la distanza tra altre sedi di servizio anche di Comandi limitrofi, di provvedere a sostituzioni che potessero mantenere sempre pienamente operativa la sede di servizio messa in ginocchio da un focolaio da Sars- Cov2 nel mese di Marzo u.s.
Superata l’emergenza, segnaliamo come ancora una volta anche nel mese di Aprile e nello specifico nelle giornate del 10 Aprile e 14 Aprile, la già citata nota circolare non venga pienamente rispettata e che ad ogni carenza di personale qualificato si corra subito a scaricare responsabilità al personale con qualifica inferiore ovvero al Vigile del Fuoco Coordinatore.
Ritenendo quanto sopra evidenziato inaccettabile, si richiede un corretto ripristino delle qualifiche e dei ruoli, anche attraverso l’invio in estrema ratio di personale qualificato da altre sedi. Nel riservare future azioni di protesta nel momento in cui la stortura sopra evidenziata non venga sanata, si coglie l’occasione per porgere i nostri saluti.

perpetrato utilizzo vigile del fuoco coordinatore quale capo partenza

Richiesta rimodulazione orario di lavoro