L’ACCORDO C’E’ TRA LA MAGGIORANZA DEI SINDACATI. ORA CONTRATTAZIONE PER DARE SUBITO SOLDI A VIGILI DEL FUOCO

Le politiche retributive devono necessariamente articolarsi attraverso la partecipazione attiva del Sindacato, un principio che non necessita di alcuna legittimazione su cui non devono esserci margini di discussione soprattutto dinanzi a qualsiasi tentativo di disconoscimento delle Sue prerogative funzionali.

Tanto premesso, le scriventi ritengono che, l’esiguità delle risorse inizialmente stanziate non consentono un’adeguata risposta rispetto alla posizione previdenziale dei lavoratori e dunque alla disponibilità futura di una pensione adeguata.

Nelle more di un intervento che resta comunque urgente ed allo scopo finalizzato (maggiorazione di sei scatti della base pensionabile), secondo quello che è il principio della “specificità” sancito dall’articolo 19, comma 1 della Legge 183/2010, ciò impone un provvedimento immediatamente indirizzato ad un investimento di tutte le risorse ad oggi disponibili, il più possibile indirizzato sugli istituti fissi e continuativi, a correzione proprio di uno dei limiti inaccettabili dell’impianto proposto dall’Amministrazione, riservando comunque una possibilità di intervento sulle indennità di presenza, notturni e festivi, anche allo scopo di raggiungere un necessario equilibrio nell’ambito della struttura retributiva; risorse che devono valorizzare e, quindi, essere destinate a tutte le componenti del Corpo Nazionale dedicando una maggiore attenzione a chi è esposto a maggior rischio.

Lo strumento del confronto tra le parti è l’espressione massima del fenomeno rappresentativo, la cui assenza sarebbe, oltre che un inaccettabile sbilanciamento nelle politiche retributive, una evidente svalutazione delle dinamiche negoziali, faremo pertanto pervenire, a breve, una proposta unitaria di ripartizione delle risorse, espressione della maggioranza rappresentativa sindacale.

 

Occorre dunque, che quanti in indirizzo si impegnino fattivamente, al fine di avviare senza ulteriori ritardi, quel percorso che consenta in tempi brevi la reale valorizzazione del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e l’immediata esigibilità delle risorse allo scopo destinate. In attesa di riscontro, si porgono distinti saluti.

 

UNITARIA FONDO VALORIZZAZIONE